Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Stagione 2017 2018 campionati regionali e nazionali

Last Update: 9/12/2017 12:45 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 22
Location: BERGAMO
Age: 48
Gender: Male
5/26/2017 2:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Aspettando di capire se domani sera il BVT passerà in B1 (dovesse vincere passerebbe altrimenti va a gara 3 e in caso di mancata promozione avrebbe ancora un turno di play off a disposizione) e il Brembate riuscirà a portare alla bella la serie per il passaggio in B2 al momento la situazione nel femminile è questa:

B1 Trescore e Lurano (2)

B2 BVT (play off) CBL Casazza Lemen (4)

C Valpala Brembate (play off) Seriana Foppapedretti Celadina Grassobbio (6)

D Cividate Ambivere Ponti CP27 Curno Seriate Zanica Valpala Valle Volley Lurano Gorle Mozzo (*) Scanzo (*) Nembro (*) (13)

Quindi anche per il prossimo anno si prospetta una presenza fin troppo affollata delle nostre squadre nelle categorie regionali e nazionali con la solita e ormai annosa domanda....è un bene per il movimento, oppure se vai a vedere in profondità e scopri che poi, alla fine, gira che ti rigira, le ragazze (senza offesa per nessuna sia ben chiaro) che trovi (sopratutto tra B e squadre di C costruite per passare) sono sempre quelle e quindi qualche domanda bisognerebbe farsela?
OFFLINE
Post: 240
Location: BERGAMO
Age: 47
Gender: Male
5/29/2017 4:55 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro 79962.bg,
problema annoso e di cui discutiamo ad ogni fine stagione.
La mia posizione nel complesso è sempre la stessa, cioè troppe squadre rispetto alle giocatrici di livello disponibili.

Però aggiungo che il movimento giovanile femminile bergamasco è spesso nelle prime posizioni regionali e nazionali. Per cui c'è tanta attività formativa e tanto lavoro in palestra. Il lavoro e la formazione pagano; poi quando il livello si alza ci vuole anche la fisicità e qui gioco forza il numero di atlete diventa più esiguo.

ciao
Teo
OFFLINE
Post: 211
Location: VILLA D'ALME'
Age: 42
Gender: Male
5/29/2017 6:25 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non hai messo la Foppa.

Le squadre sono il risultato di un movimento. Non dovrebbe nemmeno nascere una discussione del genere.

Quelle sono e basta. Poche o troppe non è un problema... o almeno non lo è dal mio punto di vista! :-)

Anzi, se fossero di più probabilmente avrei più possibilità di trovare una società che mi facesse guidare una squadra al regionale...

Saluti
OFFLINE
Post: 22
Location: BERGAMO
Age: 48
Gender: Male
5/31/2017 10:23 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

@Teo B. parli di prime posizioni del movimento a livello giovanile, sia regionale che nazionale, ma tolto l'exploit del Lemen di quest'anno e qualche apparizione dell'ormai ex consorzio Oro Volley nelle stagioni passate, si parla quasi sempre esclusivamente di Foppa. Ci sono società che stanno lavorando e si muovono bene a livello giovanile, ma al momento questo non è ancora sufficiente per creare delle giocatrici che tengano categorie superiori magari anche a dispetto del discorso fisico.

@SteRota la Foppa intesa come giovanile, l'ho messa nelle squadre di C.... la discussione l'ho avviata (oltre che per rianimare un po il forum) perché la situazione nel femminile è, a mio avviso, surreale (prendi come esempio solo chi è impegnato in serie B ci sono 3 squadre nel raggio di neanche 20 km, secondo te ci sono 15 ragazze da serie B in quella zona? Risposta no, e la cartina di tornasole ce l'hai andando a vedere i sestetti base...), è vero che se le società sono in quella categoria c'è poco da dire, il mio post voleva però evidenziare come a fronte di una "esplosione" del movimento,verso l'alto, la base, per quello che riguarda il discorso qualità, al momento, rimanga abbastanza esigua....
OFFLINE
Post: 240
Location: BERGAMO
Age: 47
Gender: Male
6/1/2017 12:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

mi sono divertito...
Ciao a tutti,
mi diverto sempre a parlare di questa cosa. E così oltre a parlarne ho voluto fare anche una bella mappe in google maps che ha sempre una bella resa e che potete trovare in allegato oppure per giocarci meglio qua: drive.google.com/open?id=1YkwmQnfd5m_8c18pp_6cbNHyLdQ&usp...

E' evidente l'altissima concentrazione di squadre nella zona ovest di Bergamo dove posizionandosi a Brembate di Sopra e facendo un cerchio di soli 4km di raggio incontriamo:
B1: BVT
B2: Lemen
C: Valpala, Brembate di Sopra
D: Ambivere, Mozzo, Curno

C'è poi un po' di concentramento attorno a Bergamo città come ci si potrebbe aspettare e poi vediamo le direttrici della Val Cavallina e della Valseriana.

Lurano gode della lontananza dai grupponi così come Costa Volpino che però dovranno gioco forza confrontarsi con la concorrenza di squadre delle province limitrofe.

Quindi tornando alla domanda "secondo te ci sono 15 ragazze da serie B in quella zona?" e per zona direi le aree geografiche evidenziate.. la mia risposta è:
"Al momento NO, non ci sono 15 ragazze da serie B".
E' un dato di fatto il frequente cambio di casacca di alcune poche atlete contese e il tentativo di inserire dalle giovanili qualche nuova ragazza.
Ho risposto "al momento NO" perchè credo che in futuro le cose possano andare meglio e ci soni ragazze oggi in U16 e U14 che potranno fra pochi anni avere tutte le carte in regola per tenere queste categorie.
In quest'ottica era il mio dire che il movimento bergamasco fa buoni risultati: credo che tutte le prime 4 classificate della U14 bergamasca avrebbero vinto almeno 2 partite alle fasi finali nazionali. Il movimento bergamasco è di alto livello confrontato al livello generale nazionale. Quindi abbiamo tante squadre di D, C e B e ancora non abbastanza atlete di livello, ma credo che a breve arriveranno.
Vedremo!

Un saluto a tutti

Teo
OFFLINE
Post: 22
Location: BERGAMO
Age: 48
Gender: Male
6/1/2017 3:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

La mappa con la divisione geografica è veramente tanta roba!

Però....però sul discorso che fai ad esempio sulle prime squadre under 14 di Bergamo che ai nazionali avrebbero vinto almeno le prime 2 partite non ti seguo, può essere vero magari come valori assoluti visto che ritengo una squadra della Lombardia comunque superiore a una della Basilicata piuttosto che Campania o Calabria, ma il fatto che già dopo il primo giro ai regionali il solo Lemen fosse passato, fa capire come qui in Lombardia non siamo ancora in primissima fila come ad esempio Varese, la stessa cosa si può dire per la 16, mentre per la 18 sappiamo tutti che entrano in gioco altri fattori.

Poi sono d'accordo pure io che adesso la risposta è no tra 4/5 ne potremo ancora discutere, ma questo dipenderà solo ed esclusivamente da come le nostre società programmeranno il loro settore giovanile, diversamente rimarrà solo ed esclusivamente una questione di soldi, per prendere la giocatrice X piuttosto che Y
OFFLINE
Post: 884
Gender: Male
6/5/2017 7:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non ci sono abbastanza ragazze di livello nelle zone indicate? Arriveranno da fuori. Diventa un problema di costi? Chissene, se uno vuole fare una categoria e non ha le ragazze, che se le paghi.
Anzi, aggiungo, se arrivano ragazze da fuori possono fare da "chiocce" alle nostre ragazze.
La vedo in maniera troppo semplice?
OFFLINE
Post: 240
Location: BERGAMO
Age: 47
Gender: Male
6/6/2017 12:57 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Cioci73, 05/06/2017 19.30:


La vedo in maniera troppo semplice?






OFFLINE
Post: 884
Gender: Male
6/7/2017 8:49 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
TeoB., 06/06/2017 12.57:




Sarà, ma almeno motiva!

Io non sono così drastico. La cosa peggiore che può accadere è che il livello qualitativo di una categoria diminuisce (cosa che sta accadendo sensibilmente nel maschile) ma, d'altronde, sono i numeri che parlano in tal senso. Se il numero di tesserati va diminuendo ogni anno (si parla del 10% assoluto negli ultimi 2/3 anni con punte prossime al 17% nel maschile, cito a memoria) è ovvia anche una diminuzione della qualità generale ed è anche ovvio che, fermo restando il numero di squadre, i posti che si liberano sono sempre di più. Aggiungiamo, gran parte della perdita dei tesserati è dovuta all'abbondono precoce delle attività sportive, in generale, e di quella pallavolistica in particolare (uno studio statistico del prof. D'Arcangelo parlava di un percentuale di abbandono nei primi 3 anni di oltre il 60% dei tesserati (oltre il 40% dopo il primo anno).

Tutto questo insieme di cose mi porta a pensare solo una cosa e cioè che lavorare per una categoria o l'altra non ha alcuna importanza, quello che conta è lavorare per il gruppo, per costruire, per organizzare e, sopra ogni altra cosa, per divertirsi.

Che importa se non ho una squadra tecnicamente adatta ad affrontare la seconda maschiale? Io devo far crescere il mio gruppo, tecnicamente, qualitativamente, numericamente e per far questo i ragazzi devono divertirsi e giocare. Se affronto una serie B1 con una banda di ragazzine, l'importante è che riesca a farle divertire e che l'anno successivo restino nel gruppo, sia dopo un campionato agonisticamente anonimo sia dopo un campionato agonisticamente da protagonisti. Questo dovrebbe contare. Il riuscire a parametrare le aspettative alle capacità riuscendo a coinvolgere tutto il gruppo nel progetto. Forse così facendo le palestre si svuoteranno meno ...

Voglio, al contrario, dare importanza alla categoria? Devo fare il figo e dimostrare che so vincere? Beh, ci sta anche questo, lo capisco e lo comprendo, ma allora devi essere bravo a trovare le ragazze che ti seguono in questo cammino e, probabilmente, dovrai investire maggiori risorse economiche. Finchè ci sono, bene, quando non ci sono più ... Beh, forse dovrai andare da altre parti.

Boh?! Forse sono un "romantico", forse non sono abituato a vivere la pallavolo in maniera agonistica, forse continuo a non vedere uno scopo utilitaristico nel voler vincere, salire di categoria, forse continuo a pensare che la pallavolo sia un gioco dove la professionalità è assolutamente importante ma dove i nostri ragazzi e le nostre ragazze devono essere al centro del progetto e non certo la categoria o la vittoria. Ma questo è solo il mio pensiero.
OFFLINE
Post: 157
Location: BERGAMO
Age: 48
Gender: Male
7/28/2017 7:31 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

AGGIORNAMENTO AL 28/07

SERIE D

Nembro ha ceduto i diritti alla Padernese (LC).

Scanzo scambia il diritto di D con quello di 1^ divisione del Carobbio (società in orbita Celadina) ma non farà comunque la massima categoria provinciale, visto che il diritto di 1^ l'ha ceduto (negli accordi post OroVolley) a sua volta proprio a Nembro, che quindi avrà una squadra per girone.

Si pensava fosse Mozzo ormai a pieno titolo nel consorzio "Siamo Volley"(con AlmèVilla e Valpala) mentre a cedere il diritto di D (acquisito al termine dei play-off) sarà Valpala.

ValleVolley invece dopo la prima stagione di D in cui aveva ottenuto la salvezza cede il titolo al Lemen (che presumo farà la D con la 16 ex-14 seconda ai nazionali), società che a sua volta cede uno dei 2 diritti di 1^ al Viviamovolley Bolgare che disputerà il campionato con la 18 frutto della collaborazione con il Brembo.
OFFLINE
Post: 10
Age: 37
Gender: Male
9/12/2017 12:45 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Qualcuno di voi ha idea del perchè tutti gli anni una squadra bergamasca debba finire in un girone diverso dalle altre in d maschile????

L'anno scorso toccò a Villa d'Almè, quest'anno a Cisano...ma in comitato regionale cosa fanno???
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:42 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com